Cookie Policy Attenzione alla nuova truffa dei Funnel su Facebook - Corrado Fontana

Attenzione alla nuova truffa dei Funnel su Facebook

come riconoscere una truffa sui funnel
Condividi l'articolo:

Attenzione alla nuova truffa che sta dilagando sempre più velocemente tra social network, dove sedicenti esperti di marketing e vendita dichiarano di trasformare la tua azienda e di farti diventare ricco in poco tempo.

Prima di proseguire ecco le domande a cui risponderò in questo articolo:

  • Di quale truffa stiamo parlando?

  • In che modo è possibile esserne coinvolti?

  • Come si può riconoscere la truffa?

  • Quali sono le soluzioni per uscirne?

  • Qual è il modo vincente per aumentare il fatturato?

Scopri le risposte a queste domande leggendo l’articolo fino in fondo.

La nuova truffa dei FUNNEL

esperto di funnel faciliSicuramente li hai visti anche tu i video annunci dell’esperto di turno che dichiara di darti la ricetta per far decollare la tua azienda con un semplice click mentre scorri i vari post su Facebook o su altre piattaforme social.

Sono nati come funghi negli ultimi due anni tanto che oggi è diventato il lavoro del momento di chi non ha mai fatto nulla in vita sua ma semplicemente acquistando un corso a soli 97€, 197€ o 297€ è convinto di aiutarti a far decollare il tuo fatturato.

Ma cos’è un FUNNEL?

Per dirla in parole semplici il funnel (imbuto) è un sistema studiato per raccogliere clienti per la tua attività imprenditoriale attraverso una campagna marketing che può essere online o offline che ha l’obiettivo di far compiere un’azione al cliente (Direct Marketing).

Il sistema si basa nel creare un’offerta per il cliente, nello specifico offrendogli una soluzione gratuita ad un problema in cambio dei suoi dati personali che saranno utilizzati per inviargli successivamente dei messaggi che hanno l’obiettivo di persuaderlo ad acquistare un prodotto o un servizio.

Fin qui nulla di male e si può dire che il funnel non è una novità, ma esiste dai tempi del far west, quando le diligenze viaggiando di città in città, strutturavano dei sistemi di acquisizione dei clienti dove questi compilavano dei coupon per ricevere la merce la volta successiva che la diligenza sarebbe ritornata.

Quindi non c’è nulla di nuovo nel fatto che le aziende strutturino dei sistemi di acquisizioni clienti, tranne che negli ultimi anni grazie ad internet e grazie ai social network, molte aziende hanno iniziato a strutturare dei funnel non più solo su carta ma attraverso il mondo online.

WEB MARKETING FUNNEL

Mentre negli USA questi sistemi sono nati perché la loro è la patria del marketing e della vendita, noi in Italia li abbiamo importati attraverso i migliori formatori del settore che li hanno riadattati al nostro territorio essendo che noi italiani abbiamo un approccio all’acquisto diverso dagli americani.

Ma come spesso accade quando si presenta qualcosa di nuovo sul mercato, non ci sono solo gli onesti ma si fanno largo anche moltissimi furbi che vedono uno strumento utile e una massa di gente ignorante a cui si può rivendere una finta soluzione per fare cassa. Poi se il sistema non funziona è un problema del cliente.

Ecco che allora molti acquisendo qualche informazione attraverso qualche corso hanno iniziato a sfruttare il business rivendendo corsi per creare funnel su facebook o a proporsi come consulenti ad aziende per cifre folli.

Ma qual è la differenza tra gli esperti di funnel che per primi in Italia hanno importato il sistema e coloro che sono improvvisati?

Semplicemente che i veri esperti sanno che non esiste una ricetta copia e incolla per ottenere clienti, ma bisogna fare delle prove, misurare e testare i risultati perché altrimenti il cliente sborsa una quantità impressionante di denaro e a goderne è solo Facebook.

Mentre i furbi vendono degli schemi pre-impostati con delle email già scritte che dicono riescano a fatturare migliaia di euro in pochi giorni.

Oppure la cosa più grave che ho sentito è la promessa del risultato. Questa è pura follia. Ad un avvocato che mi chiese un parere, un ragazzo chiese diecimila euro per creargli un funnel di acquisizione clienti per il suo studio garantendogli che in sei mesi avrebbe recuperato l’investimento.

La garanzia però non l’ha lasciata all’avvocato, era a voce ovviamente.

Com’è possibile esserne coinvolti

La principale possibilità di incappare in questo tipo di truffa è proprio essendo addescati da uno degli annunci che puoi trovare scorrendo i vari post di Facebook.

Parliamo di annunci sponsorizzati (annunci che altri pagano per farteli visualizzare) dove il furbetto di turno dichiara di aver realizzato qualche migliaia di euro in poche ore o in pochi giorni grazie ad una formula semi automatica di acquisizione clienti.

Niente di più falso…

Oppure visto che la costruzione di per se da un punto di vista di messa in piedi degli elementi informatici per il funzionamento di un funnel è piuttosto standardizzata, allora capita che sia l’agenzia di web marketing a cui ti sei affidato per realizzare il tuo sito internet, te lo proponga.

Loro fanno tutto facile perché alla fine per loro è un servizio semplice da mettere in piedi che può fare chiunque e allora presto fanno ad aggiungerlo al loro catalogo prodotti.

Oppure potrebbe capitarti di trovare qualche ragazzotto che dice di essere un esperto di marketing su Facebook e che può aiutarti a trovare clienti per la tua attività.

Come si può riconoscere la truffa?

Per smascherare una truffa nel campo dei funnel su Facebook il procedimento è piuttosto semplice.

Tutto facile

funnel facile da realizzareLa prima cosa che noterai in un truffatore è che ti dice che è semplice e che si può fare benissimo per la tua azienda, mentre il professionista ti dirà che non è una cosa semplice perché prima bisogna studiare una serie di fattori che vengono molto prima del funnel come ad esempio il posizionamento del brand sul mercato o il tipo di servizio offerto in paragone con quello della concorrenza.

Saper differenziarsi rispetto ai competitor permette già di far risparmiare tanti soldi in campagne di annunci perché altrimenti competere con la concorrenza sullo stesso servizio non fa altro che creare confusione nella mente del cliente e di conseguenza sarai costretto a spendere sempre di più per farti vedere.

Garanzia del risultato

Il secondo passo falso che compie solitamente il truffatore è garantirti un risultato in un dato arco di tempo. Come anticipato prima l’avvocato che mi contattò era stato contattato da un sedicente esperto di Facebook che gli garantiva il rientro dell’investimento pari a 10.000€ in soli 6 mesi.

Gli chiesi: “Ma lui sa quanto fatturi tu a pratica, quanto margine hai, quanti clienti fai?”

“No, niente di tutto questo.” fu la sua risposta.

“E allora come fa a darti una simile garanzia?”

Chiaro che era un’affermazione del tutto falsa perché non si possono dare garanzie.

Il professionista serio ti dirà che bisogna testare ogni campagna e verificare i risultati. Soprattutto analizzando i dati si capirà dov’è il problema per andare ad agire per risolverlo.

Nessuna storicità

Se una persona mi viene a dire che lui è esperto in un settore la prima cosa che gli chiedo sono le referenze perché ovviamente con diplomi e lauree ti ci pulisci il culo.

Non è un diploma o una laurea che ti qualifica ma è l’insieme dei risultati che hai ottenuto che ti qualifica.

Anche in questo caso il professionista avrà quanto meno delle testimonianze di clienti che attestano il suo lavoro e in ogni caso per quante testimonianze abbia ti dirà che non esiste una formula uguale per tutti da usare a mo’ di copia incolla.

Ogni strategia si deve testare e costruire misurando i risultati.

La spesa non viene ottimizzata

Spendere soldi in annunci su Facebook o Google è facilissimo e farai sicuramente la felicità di questi due colossi che ti accoglieranno sempre a braccia aperte quando vorrai dare loro i tuoi soldi.

Ogni campagna può essere avviata per durare all’infinito ed è quello che fa la maggior parte degli inesperti.

Ti dicono che dovrai investire una cifra tot ma non faranno mai nulla per ottimizzarla.

Cosa vuol dire ottimizzarla?

Vuol dire fare degli interventi per arrivare ad ottenere il massimo risultato in termini di operazione che si desidera far fare al visitatore, come ad esempio lasciare l’indirizzo email, con il minor costo.

La maggioranza non fa nessun tipo di ottimizzazione ma lancia le campagne e ti addebita le spese.

I risultati che ti vengono consegnati, non essendo analizzati, non puoi sapere quanto hanno reso e non puoi sapere se avresti potuto ottenere migliori performances.

Le soluzioni per uscirne

Una volta avviati questi progetti con le persone sbagliate, se non si interviene si continueranno a buttare via soldi e a non raccogliere risultati tali da coprire l’investimento.

La cosa migliore da fare se hai riscontrato di esserti affidato ad un truffatore è quella di interrompere qualsiasi campagna.

In tal modo salvaguarderai le tue risorse e potrai investirle invece per pagare un professionista.

Non farti illudere dal fatto che ti possano mostrare dei nominativi che hanno lasciato il loro indirizzo email perché per quanto utili non puoi sapere se sono in target con il tuo prodotto o servizio.

Piuttosto di sprecare risorse in annunci inutili è meglio fermarsi e ricostruire tutto il funnel ma questa volta avvalendosi di un esperto.

Il sistema vincente per aumentare il fatturato

il sistema vincente per acquisire clientiIn questo articolo ho voluto fornirti degli elementi per permetterti di capire se ciò in cui stai investendo è una campagna efficace o se è una truffa.

Il sistema dei funnel è un sistema molto efficace, devi stare solo attento a chi te lo propone se rispecchia le caratteristiche che ti ho elencato poco fa.

Quindi ricorda che non esiste un metodo che ti da garanzia di risultato, diffida da chi ti dice che basta usare modelli di landing page o di email pre-impostati o da piattaforme che rendono tutto facile perché hanno già le pagine pronte.

Questi sistemi non funzionano.

Un ottimo modo per creare un sistema vincente per aumentare il fatturato è strutturare un sistema di acquisizione clienti e miglioramento delle vendite che non sia per forza di cose solo online e solo con i funnel.

Soprattutto se all’interno del sistema è bene strutturare un funnel non può essere secondo uno schema pre-impostato copiato ed incollato da qualcun altro.

Non esiste la ricetta con il copia incolla, ma devi analizzare accuratamente la tua azienda, i tuoi obiettivi e capire com’è posizionato il brand, quali sono le abitudini dei clienti, etc.

È opportuno valutare il prodotto e il mercato e capire se il funnel è necessario o se è meglio lavorare offline, quindi nel mondo reale.

Se desideri costruire il tuo sistema personalizzato per la tua azienda, senza sprecare risorse e senza buttare via tempo in inutili errori che distruggono la tua immagine e svuotano il tuo portafoglio, per far aumentare il fatturato della tua azienda allora vai qui ==> https://goo.gl/YTmv9M

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu