Cookie Policy Come trovare venditori in modo facile e veloce - Corrado Fontana

Come trovare venditori in modo facile e veloce

Condividi l'articolo:

Avevo 29 anni quando sono entrato nel mondo della vendita e allora sinceramente, non ne capivo proprio nulla e ancora meno potevo capirne di come si potessero trovare altri venditori per la mia rete.

Tutti mi continuavano a ripetere i vantaggi dell’avere una rete di collaboratori:

  • potrai avere maggiori vendite dal tuo gruppo che produrranno maggiori guadagni per te;
  • potrai con il tempo ridurre le tue vendite personali per dedicarti ad affiancare altri;
  • potrai gestire una tua filiale ed esserne il responsabile;
  • ecc, ecc, ecc…

Così mi adoperai per cercare nuovi venditori e impiegai tutte le mie risorse di tempo e denaro per trovarne. Qualcuno arrivò, inviandomi un curriculum o telefonandomi per sapere di cosa si trattasse l’offerta proposta.

Di questi sì che ne arrivarono a centinaia.

Tuttavia la maggior parte non andava oltre al curriculum o alla telefonata.

Quando si trattava di presentarsi al giorno del colloquio di selezione svanivano nel nulla.

Così provai tutte le strategie possibili:

  • annunci sui siti internet;
  • Linkedin;
  • agenzie di reclutamento;
  • pubblicità sui giornali.

Il risultato però non cambiava, se non che mi ritrovavo costantemente con le tasche vuote e una frustrazione crescente.

La mia indole però mi ha sempre portato a sperimentare anche cose che gli altri non si permettono di tentare perché sembrano assurde o poco importanti.

E grazie ad essa infatti, un bel giorno, ho tentato una nuova strategia e ottenuto un risultato completamente diverso.

Avevo finalmente scoperto un modo facile e veloce per trovare venditori in target e motivarli ad entrare nella mia rete vendita.

Di che tipo di strategia si tratta?

Finora ho sempre riservato questo “segreto professionale”, solamente ai miei studenti privati e ai clienti più importanti, ma ho deciso che è finalmente giunto il momento di rivelarla anche a te che stai leggendo questo articolo.

La soluzione è davvero molto semplice e potrai applicarla da subito se saprai comprendere bene il concetto su cui si basa.

I venditori sono persone

Proprio così, la prima cosa da fare è talmente ovvia che la maggioranza la scarta a priori e addirittura non ci pensa.

Perché dire che i venditori sono persone può tornarti utile?

Molto semplicemente, se ti rendi conto che i venditori sono persone, allora sarai consapevole che il mondo è pieno di persone e soprattutto che tutti noi siamo venditori, chi in un modo e chi in un altro.

Questo significa che tutti possono essere pronti a diventare venditori per te?

Ovviamente no, ma sarai d’accordo anche tu che nella quotidianità incontriamo persone che fanno vendita, spesso senza saperlo.

Chi proponendo un amico che svolge un determinato servizio, chi un negozio o un ristorante dove si è trovato bene. Chi suggerendo un film o un libro che ha letto.

Molto spesso ci soffermiamo sul fatto che cerchiamo venditori professionisti, ovvero consapevoli e desiderosi di esserlo, ma questo tipo di ricerca, non farà altro che darti risultati deludenti.

Come rivelo nel mio libro Rete Vendita Imperiale (https://amzn.to/2PFLxum), ci sono molti modi efficaci per acquisire nuovi venditori, ma già la consapevolezza che per trovare venditori devi trovare persone, ti permette di fare un passaggio successivo.

Infatti, ti basta solo andare dove si trovano le persone.

Semplice!

Luoghi come: centri commerciali o fiere, sono l’ideale per trovare sia persone, che potenziali venditori che stanno svolgendo la loro attività di vendita e tra loro, potresti trovare la persona giusta per te.

A questo punto potresti pensare: “ma se mi rivolgo a dei venditori all’interno di simili ambienti, non sarà forse un rischio inutile visto che stanno già lavorando?”

E’ una domanda lecita, ma fortunatamente esiste una soluzione e la stessa è la consapevolezza che ogni persona ha dei bisogni.

Le persone hanno dei bisogni

Cosa significa che le persone hanno dei bisogni?

Significa che il fatto che una persona si stia già occupando di vendita, non significa che sia soddisfatta.

La soddisfazione infatti non è solo data dal guadagno remunerativo, perché come rivelo nel mio libro, i bisogni che ciascuno di noi ha, sono molteplici.

Si possono tuttavia riassumere in tre macro bisogni: guadagno, sicurezza e progettualità.

E quindi cosa fare?

Te lo dico subito. Una volta che in uno di questi ambienti, hai identificato la persona che pensi possa fare al caso tuo, puoi chiederle se è soddisfatta per:

  • ciò che sta ottenendo dal lavoro;
  • sicurezza nell’ambiente in cui lavora (per sicurezza si intende se si sente a suo agio nell’azienda per la quale lavora);
  • la realizzazione dei suoi obiettivi lavorativi a lungo termine;

Vedrai che molto spesso, dietro a queste domande, la maggioranza presenterà delle lacune e il bisogno di soddisfarle.

A quel punto il gioco è fatto e non ti resta che presentare il tuo progetto di rete vendita.

Ma come si crea un progetto di rete vendita ed evitare di sprecare tempo e risorse inutilmente, per realizzare invece qualcosa che possa funzionare concretamente da subito?

Se desideri saperne di più vai qui >> Come si realizza un progetto di rete vendita

Condividi l'articolo:

Leave a Reply